martedì 26 luglio 2016

Francia
L’Eglise demande à ses fidèles de «dépasser leurs peurs»
Libération
(Bernadette Sauvaget) Le geste est en soi tout un symbole. Dès qu’il a appris, mardi matin, la nouvelle de la prise d’otages et de l’assassinat du père Jacques Hamel à Saint-Etienne-du-Rouvray (Seine-Maritime), Anouar Kbibech, le président du Conseil français du culte musulman (CFCM), a composé un numéro de portable. Celui de son alter ego catholique, Mgr Georges Pontier, le «patron» des évêques français. (...) 
Zenit
(Anne Kurian)  L’Autorité d’information financière (AIF) du Vatican et la Banque d’Italie ont conclu un accord de coopération le 26 juillet 2016, a annoncé le Bureau de presse du Saint-Siège. Cet accord, qui établit « un canal institutionnel » entre l’AIF et la Banque d’Italie, « renforce la coopération bilatérale entre le Saint-Siège et l’Italie dans la lutte commune contre les infractions de nature financière », explique le président de l’AIF, René Brülhart dans un communiqué. Le directeur de la structure, Tommaso Di Ruzza, salue quant à lui « un pas important (…) favorisant la transparence des activités et la stabilité des deux systèmes financiers ». (...)
Vatican Insider
(Iacopo Scaramuzzi) Firmato oggi dai vertici delle due istituzioni, segue quelli del 2013 sull’antiriciclaggio e il contrasto al finanziamento del terrorismo. L’Autorità di Informazione Finanziaria del Vaticano (Aif) e la Banca d’Italia hanno finalmente concluso un atteso accordo di cooperazione «finalizzato a facilitare, su base di reciprocità, lo scambio di informazioni in materia di vigilanza finanziaria».  L’annuncio è stato dato in contemporanea, (...)
Francia
Attentat Rouen - communiqué des évêques orthodoxes de France!
aeof.fr
Une nouvelle fois, un acte de barbarie ensanglante le sol national de notre pays. A travers l’Eglise catholique de France, qui a perdu aujourd’hui un de ses prêtres dans des conditions atroces, c’est l’ensemble de la communauté nationale et ses différentes composantes et chacun de nous, qui sont visés. (...)
Agência Ecclesia
A cidade de Cracóvia acolheu hoje a Missa que marcou o início da 31ª Jornada Mundial da Juventude (JMJ), um dos maiores eventos internacionais promovidos pela Igreja Católica. Segundo a organização polaca, cerca de 500 mil jovens participaram na celebração, sob a presidência do arcebispo de Cracóvia, cardeal Stanislaw Dziwisz, antigo secretário particular de São João Paulo II (1920-2015), o fundador das JMJ. O responsável recordou (...)
Radio Vaticana
A Cracovia si registra un entusiasmo crescente pari alla folla di giovani che continua a raggiungere la città della Giornata mondiale della gioventù. L'arcivescovo che apre oggi il raduno, il cardinale Stanislaw Dziwisz, auspica che la Gmg sia un grande segno di unità e di pace per il mondo. Le sue parole nell’intervista del nostro inviato, Alessandro Gisotti: R. – È una grande gioia. I giovani hanno risposto positivamente all’invito di Papa Francesco (...)
Egitto
La Chiesa copta respinge le strumentalizzazioni straniere per gli attacchi settari subiti
Fides
La Chiesa copta ortodossa non vuole che gli attacchi settari sofferti di recente da cristiani egiziani diventino pretesto di operazini strumentali, e diffida chiunque da organizzare all'estero mobilitazioni e campagne pubbliche che suonino come tentativi di “interferenza” nelle vicende interne egiziane messe in atto da organizzazini e gruppi . (...)
Agência Ecclesia
A cidade polaca de Cracóvia acolhe a partir de hoje a 31ª Jornada Mundial da Juventude (JMJ), um dos maiores eventos internacionais promovidos pela Igreja Católica, com a presença de milhares de jovens dos cinco continentes. A celebração inicial vai ser presidida pelo arcebispo de Cracóvia, cardeal Stanislaw Dziwisz, antigo secretário particular de São João Paulo II (1920-2015), (...)
Tv2000
Domani 27 luglio alle ore 20.30 in diretta su Tv2000 e InBlu Radio. Papa Francesco interverrà in diretta video durante la serata di musica e spettacolo, pensata per i giovani italiani che si ritroveranno a Cracovia in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, in programma domani 27 luglio alle 20.30 nel piazzale antistante il Santuario di San Giovanni Paolo II vicino il Santuario della Divina Misericordia.
El Salvador
Una “giustizia di transizione” per la vera guarigione del tessuto sociale che sanguina da anni
Fides
Si continua a discutere in El Salvador sull’annullamento della legge sull’amnistia da parte della Corte Suprema di Giustizia. Il 22 luglio, attraverso un comunicato, la Conferenza Episcopale ha chiesto una "giustizia riparativa" a favore delle vittime del passato conflitto armato. (...)
Italia
Papa Francesco a Santa Maria Maggiore. Visita numero 38 in vista della GMG di Cracovia 
(a cura redazione "Il sismografo")
Foto Archivio
(Francesco Gagliano) Quella che è diventata una delle tradizioni più consolidate del pontificato di Jorge Mario Bergoglio è stata puntualmente rispettata anche oggi, dopo le 19. Papa Francesco si è infatti recato in visita, per la 38esima volta, alla basilica di Santa Maria Maggiore prima di partire per Cracovia, dove dal 27 al 31 luglio prossimi presiederà le varie attività della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù. Come ormai è d'uso da più di tre anni a questa parte, il Papa si è fermato per un momento di preghiera davanti all'icona della Madonna, la Salus populi romani, e per affidare la buona riuscita del suo viaggio alla protezione di Maria.
lainformacion.com
El Presidente Hollande habla con Papa Francisco
El Presidente francés, François Hollande, ha hablado este martes por la tarde con el Papa Francisco para expresar al Sumo Pontífice el "pesar" del pueblo francés por el asesinato del sacerdote católico, Jacques Hamel, a manos del Estado Islámico (EI) en la iglesia de Saint Etienne de Rouvray (Alta Normandía), a 125 kilometros de París. El Jefe de Estado de la república Francesa expresó el especial "dolor del pueblo francés después del atroz asesinato del Padre Jacques Hamel por dos terroristas", según un comunicado oficial del Palacio del Elíseo. (...)
Zenit
(Salvatore Cernuzio) Mons. Olivier Ribadeau Dumas, segretario generale della Conferenza Episcopale francese, interviene a Cracovia per commentare l’attacco di stamane. Domenica in Francia giornata di digiuno e preghiera. “Non possiamo sottometterci all’odio e alla violenza. Non rappresentano una soluzione”. È un messaggio di pace quello che lancia mons. Olivier Ribadeau Dumas, segretario generale della Conferenza Episcopale francese, ai cattolici di tutto il mondo dopo il tragico attacco di questa mattina a Rouen, in Normandia. (...)
Francia
Soeur Danielle, une otage française: «On s'est dit: on y passe»
AFP - La Presse
«Moi, quand je les ai vus rentrer, je me suis dit: ça y est, c'est fini», a témoigné Soeur Danielle, une des religieuses qui se trouvait dans l'église du nord-ouest de la France visée mardi par un attentat. Cette attaque contre l'église de Saint-Etienne-du-Rouvray, commise par deux djihadistes abattus par la police française, a fait un mort, le prêtre qui célébrait la messe au moment de l'attentat et qui a été égorgé par les assaillants, et un blessé grave entre la vie et la mort. (...)
Zenit
(Anne Kurian) Le pape François a exprimé sa proximité à la nation japonaise, après l’attaque au couteau qui a fait 19 morts dans un centre pour personnes handicapées, dans la nuit du 25 au 26 juillet 2016, à Sagamihara à l’ouest de Tokyo. Dans un message adressé par l’intermédiaire du cardinal secrétaire d’Etat Pietro Parolin à l’archevêque de Tokyo, Mgr Peter Takeo Okada, le pape exprime ses condoléances aux proches des personnes décédées et blessées. « Affligé » par cette « tragédie », il invoque sur la nation japonaise « les bénédictions divines de réconciliation et de paix ». (...)
Condoléances du pape après l’attaque à Saint-Etienne-du-Rouvray, «nouvelle épreuve» pour la France
Vaticano
Martedì 26 luglio: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
Dichiarazione del P.Lombardi sui fatti di Rouen
Sala stampa della Santa Sede
E’ una nuova notizia terribile, che si aggiunge purtroppo ad una serie di violenze che in questi giorni ci hanno già sconvolto, creando immenso dolore e preoccupazione.
Seguiamo la situazione e attendiamo ulteriori informazioni per comprendere meglio ciò che è avvenuto.
Il Papa è informato e partecipa al dolore e all’orrore per questa violenza assurda, con la condanna più radicale di ogni forma di odio e la preghiera per le persone colpite.
Francia
Saint-Etienne-du-Rouvray : François Hollande a appelé le pape François "pour lui exprimer le chagrin du peuple français"
France Info
François Hollande a appelé le pape François "pour lui exprimer le chagrin du peuple français après l’odieux assassinat du père Jacques Hamel par deux terroristes, dans son église de Saint-Etienne-du-Rouvray", indique l'Elysée dans un communiqué. "Il lui a dit que lorsqu’un prêtre est attaqué, c’est toute la France qui est meurtrie et que tout serait fait pour protéger nos églises et nos lieux de culte", précise l'Elysée.(...) 
Communiqué de l'Elysée
Polonia
Comincia oggi la XXXI Giornata Mondiale della Gioventù. Esordio dedicato alla storia di questa iniziativa
(a cura redazione "Il sismografo")
La XXXI edizione della Giornata Mondiale della Gioventù è ufficialmente iniziata oggi a Cracovia: questa prima giornata sarà dedicata alla storia di questo evento globale iniziato nel 1986 da s. Giovanni Paolo II. In attesa dell'arrivo in Polonia di papa Francesco saranno quindi due le iniziative d'apertura: la staffetta della Fiamma della Misericordia e il pellegrinaggio dei simboli della GMG. 
La staffetta della Fiamma della Misericordia 
Papa Francesco arriverà a Cracovia 24 ore dopo l'apertura della XXXI GMG, apertura che il sito ufficiale dell'evento internazionale presenta con i particolari della "Staffetta della Fiamma della Misericordia" che si svolgerà il 26 luglio pomeriggio. Si tratta di un Pellegrinaggio con la "Fiamma della Misericordia" da Lagiewniki a Blonia e si toccheranno tutti i luoghi di Cracovia che sono stati importanti per Giovanni Paolo II sia nel periodo del suo pontificato, sia in quello precedente, come ad esempio la chiesa di San Floriano e la Cattedrale del Wawel.
BBC
P. Jacques Hamel - Francia
La muerte de un cura de 84 años en un ataque a una iglesia, este martes, es el más reciente de una cascada de incidentes violentos que han sacudido Francia en los últimos años. Hace apenas unos días, el 14 de julio, 84 personas murieron en un ataque llevado a cabo por un hombre que las arrolló con un camión mientras celebraban el día nacional, en Niza. Estos son los últimos ataques e intentos de ataques que se han producido en Francia, un país que vive en estado de emergenciadesde noviembre de 2015.
(a cura Redazione "Il sismografo")
[Text: English, Français]

Below is Cardinal Stanislas Dziwisz, (Archbishop of Krakow) Introduction and homily at today’s opening mass for World Youth Day 2016 in Blonia Park in Krakow.
Introduction
My Dear Friends!
The moment we have been waiting 3 years for has arrived. We have been waiting since the day Pope Francis announced in Rio de Janeiro that the next World Youth Day would take place in Poland – in Krakow. 
The clock fitted on the facade of St. Mary's Basilica in the heart of historic Krakow counted the days, hours, minutes and seconds to the moment which we are now experiencing. But a more important clock, registering the thoughts and feelings in our hearts, spiritually prepared us for the meeting of young disciples of the Master of Nazareth that we are beginning today.
Francia
Jeûne et prière suite à la tuerie de Saint-Etienne-de-Rouvray
Eglise catholique en France
Suite à la tuerie de Saint-Etienne-de-Rouvray, le 26 juillet 2016, Mgr Georges Pontier, archevêque de Marseille et Président de la Conférence des évêques de France, invite les catholiques à une journée de jeûne et de prière vendredi 29 juillet. -- De Cracovie, où j’ai appris le drame impensable et horrible de Seine-Maritime, je veux transmettre à la famille du Père Hamel, à la paroisse de Saint-Etienne-du-Rouvray et à l’Archevêque de Rouen, l’assurance de ma grande proximité ainsi que ma prière et ma solidarité. Ce drame, survenu dans une église, bouscule et trouble l’ensemble des Français. (...) 
Iraq
Il Patriarca caldeo propone a rappresentanti sciiti iraniani e iracheni la creazione di un Comitato di dialogo permanente
Fides
Un Comitato di dialogo permanente tra i rappresentanti dei centri religiosi sciiti e il Patriarcato caldeo, per affrontare insieme i problemi vissuti dalle popolazioni locali, in un contesto di amichevole collaborazione. E' questa la proposta concreta emersa durante la visita resa lunedì 25 luglio al Patriarca caldeo Louis Raphael I (...)
Zenit
(Salvatore Cernuzio) È un’aria diversa quella che si respira a Łagiewniki, la collina dove si erge il Santuario della Divina Misericordia, seppur essa si trovi all’interno della città di Cracovia, pochi chilometri più a sud rispetto al suggestivo centro storico. Un’aria di spiritualità densa, memorie forti e preghiera incessante: quella delle suore che riverberano quotidianamente il carisma della fondatrice e dei pellegrini che, in centinaia di migliaia, si riversano quotidianamente in questo luogo riconosciuto all’unanimità come “capitale mondiale della Misericordia”. (...)
Messico
“La violenza segnala un vuoto nella sicurezza dei cittadini” per Mons. Patiño Leal
Fides
"E' ovvio che si stiano moltiplicando le perdite di vite umane e i rapimenti o le torture. Si è creato un vuoto nel garantire la sicurezza di tutti i cittadini. A quanto sembra, coloro che stanno commettendo tali crimini si sentono molto liberi di agire": lo ha affermato il Vescovo di Córdoba, Sua Ecc. Mons. Eduardo Porfirio Patiño Leal, (...)
Terra.com
En su visita apostólica a Polonia, que inicia mañana miércoles, Francisco encontrará una multitud de jóvenes entusiastas pero también un grupo de obispos que aún no logran sintonizar con su estilo y lo comparan sistemáticamente con Juan Pablo II. El decimoquinto viaje internacional del presente pontificado se concentrará en Cracovia y sus alrededores, con actos multitudinarios relacionados a la Jornada Mundial de la Juventud que el Papa cerrará el domingo 31 de julio con una misa (...)
Polonia
Tutto sembra fatto per lasciare il segno
Avvenire
(Francesco Zanotti) L' unica parola adeguata è stupore. Al termine dei gemellaggi vissuti in Polonia da decine di diocesi italiane e migliaia di nostri giovani, un' infinità di sentimenti si accavallano nel cuore e nella mente. Allora non bisogna fare altro che farsi coinvolgere dal clima che si respira nelle città della Polonia, e che accoglie tutti a Cracovia, la nostra meta finale. Occorre lasciarsi contaminare per assaporare fino in fondo una dimensione altrimenti ignota nella nostra iperconnessa quotidianità. Qui si sperimenta la fratellanza. Qui si tocca con mano la gratuità, il farsi prossimo, la condivisione della fatica, del poco che si ha, del tempo, delle energie fisiche, mentali e anche economiche.
Svizzera
WCC offers sympathies to French community after hostage-taking
WCC
An elderly French priest celebrating Mass was taken hostage, along with two nuns and several laypersons, today in Saint-Etienne-du-Rouvray and killed before two hostage-takers’ themselves were killed in confrontation with police, the French interior ministry reported today. (...) 
Agência Ecclesia
Dois homens armados entraram hoje numa igreja nos arredores de Rouen, no norte de França, e barricaram-se no local com vários reféns, tendo assassinado um sacerdote antes de serem abatidos pela polícia. O porta-voz do Vaticano,  padre Federico Lombardi, adiantou aos jornalistas que o Papa Francisco foi informado do acontecimento e se "associa à dor e ao horror perante esta violência absurda". De momento desconhece-se a identidade dos atacantes ou os seus motivos. (...)
Polonia
Il silenzio di Auschwitz
L'Osservatore Romano
(Abraham Skorka) Nella nostra ultima conversazione Papa Francesco mi ha spiegato che nella sua visita ad Auschwitz ha scelto di esprimersi attraverso il silenzio. Forse perché tutto quello che aveva da dire lo ha già detto nel suo messaggio allo Yad Vashem, a Gerusalemme, e nelle parole che ci siamo scambiati nel nostro incontro a Buenos Aires, poi riprese nel libro Il cielo e la terra (2010). L’arcivescovo di Buenos Aires affermava: «La Shoah è un genocidio come gli altri genocidi del XX secolo, ma ha una particolarità. Non intendo dire che è di primaria importanza mentre gli altri sono di secondaria importanza, ma c’è una particolarità, una costruzione idolatrica contro il popolo ebreo. La razza pura e l’essere superiore sono gli idoli sulla cui base si costituì il nazismo. Non è solo un problema geopolitico, ma esiste anche una questione religiosa e culturale. E ogni ebreo che veniva ucciso era uno schiaffo al Dio vivo in nome degli idoli».
Polonia
A Cracovia dove don Karol Wojtyła divenne guida degli studenti universitari. Ritorno all’inizio
L'Osservatore Romano
(Stanislaw Dziwisz, Cardinale arcivescovo di Cracovia) Tre anni fa, il 28 luglio 2013, alla fine della celebrazione eucaristica che coronava la giornata mondiale della gioventù a Rio de Janeiro, con grandissima commozione abbiamo ascoltato le parole di Papa Francesco: «Cari giovani, abbiamo l’appuntamento per la prossima giornata mondiale della gioventù, nel 2016, a Cracovia, in Polonia. Per l’intercessione materna di Maria, chiediamo la luce dello Spirito Santo sul cammino che ci porterà a questa nuova tappa di gioiosa celebrazione della fede e dell’amore di Cristo».
(Stanislaw Gadecki, Arcivescovo di Poznań presidente della Conferenza episcopale della Polonia) Il giorno dopo il suo arrivo in Polonia, il 28 luglio, Papa Francesco si recherà al santuario di Częstochowa, dove ai piedi della Madonna Nera celebrerà la messa in occasione del millecinquantesimo anniversario del battesimo della Polonia. Di fronte a tale circostanza, vale la pena chiedersi se la Polonia di oggi — la Chiesa, ma anche noi stessi — è in grado di assimilare i valori che sono stati tramandati dai nostri predecessori nella fede.
Vaticano
Giovanni Maria Vian: Di fronte al male
L'Osservatore Romano
(Giovanni Maria Vian) Sgomentano e colmano di dolore le notizie dell’ultimo atroce attacco, rivendicato dal sedicente Stato islamico, a innocenti riuniti per pregare. Nella Francia settentrionale, nella parrocchia di un paese come tanti, un vecchio prete ottantaquattrenne, don Jacques Hamel, è stato ucciso senza pietà, come il servo sofferente descritto dall’antica profezia ebraica, e un fedele ferito in modo grave; poi i due autori di questo atto orrendo e ignobile sono stati uccisi dalle forze di sicurezza.
Francia
Saint Etienne du Rouvray, chi era padre Jacques Hamel ucciso dai terroristi. Primo martire nella chiesa del martire cristiano
Huffington Post
(Giacomo Talignani) Il santo Etienne era un ebreo e venne considerato a posteriori come primo martire della cristianità. Jaques Hamel era uno dei preti della parrocchia di Saint-Etienne du Rouvray e, se la matrice terroristica dei suoi assassini fosse confermata, sarebbe il primo parroco martire del terrore dell'islam radicale che sta sconvolgendo questa parte di secolo. Otto anni fa Jacques Hamel festeggiò il suo "giubileo d'oro". Nel 2008 spegneva infatti le candeline di 50 anni di sacerdozio. Le sue uniche "armi", come ha ricordato la diocesi francese scossa dalla sua morte, erano "la fraternità e l'amore". (...) 
(fr) L'appel prophétique du Père Hamel à rendre le monde plus humain et plus fraternel (Famille Chrétienne)
Turchia
La cacciata di imam e mufti per porre l' islam sotto «controllo»
Avvenire
(Camille Eid) Nella valanga di purghe operate da Erdogan all' indomani del fallito golpe, una è passata quasi inosservata. Si tratta del licenziamento di 492 funzionari del Diyanet, come viene comunemente chiamata la Direzione Affari religiosi (Diyanet Isleri Baskanlingi, in turco). Oltre al personale amministrativo, tra i licenziati si contano 40 mufti, 77 predicatori, 187 imam-hatip, 40 muezzin e 95 insegnanti del Corano. Certo, il numero degli eputrati rappresenta un' infima percentuale (lo 0,5) rispetto ai circa 100mila funzionari alle dipendenze dell' ente, ma il provvedimento illustra bene il desiderio di vendetta dal momento che proprio il mese scorso Diyanet aveva lanciato un bando per l' assunzione di 5mila nuovi imam-hatip per gli istituti religiosi turchi.
Italia
CEI: In preghiera per Rouen
CEI
Il ricordo e la preghiera per padre Jacques Hamel, il sacerdote assassinato martedì 26 luglio in una chiesa nei pressi di Rouen, in Francia, ha aperto il primo incontro dei Vescovi italiani, giunti in 136 a Cracovia in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù. Il dolore per questo attentato è reso ancora più forte proprio dalla distanza rispetto al clima e al significato dell’evento in corso in Polonia: la presenza di 90 mila giovani italiani, provenienti da 179 diocesi e accompagnati da 2292 sacerdoti, è all’insegna dell’incontro, della gioia e della fraternità tra i popoli. (...)
Gerusalemme
Saint-Etienne-du-Rouvray : L’AOCTS présente ces condoléances à L’Eglise et au peuple de France
LPJ
Le 26 juillet 2016, deux assaillants ont pris en otage cinq personnes dans une église à Saint-Etienne-du-Rouvray, près de Rouen en France. Une attaque revendiquée par l’Etat islamique. Parmi les otages, le P. Jacques Hamel, 84 ans, a été égorgé. L’Assemblée des Ordinaires catholique tient à exprimer son soutien à l’Eglise et au peuple de France. (...)
Francia
L’imam de Saint-Etienne-du-Rouvray «effaré» par le décès de son «ami» prêtre
Paris Normandie
Le président du Conseil régional du culte musulman de Haute-Normandie, en charge de la mosquée de Saint-Etienne-du-Rouvray, s’est dit «effaré par le décès de mon ami», le prêtre Jacques Hamel, tué mardi 26 juillet dans la matinée dans son église lors d’une prise d’otages. «Je ne comprends pas, toutes nos prières vont vers sa famille et la communauté catholique», a déclaré Mohammed Karabila.  (...) 
Vaticano
Pope Francis Faces Resistance on Coming Trip to Poland
Financial Times
(Francis X. Rocca) When Pope Francis visits Poland for a five-day trip this week, he will land in a deeply Catholic country—yet one where many oppose him on issues including divorce and migration.
About 98% of Poland’s 38 million inhabitants are baptized Catholics and the church still enjoys deep regard among Poles for its role in challenging the former Communist regime. The pontiff can therefore expect public enthusiasm, but his visit will take place amid significant tensions with church leaders and politicians.
Sud Sudan
«Esplode la crisi alimentare»
Avvenire
(Matteo Fraschini Koffi) Se mai fosse possibile, stanno velocemente e ulteriormente peggiorando le condizioni di vita di migliaia di civili in Sud Sudan, teatro di una guerra civile che, tra alti e bassi, dura dalla fine del 2013. Il cibo, infatti, inizia a scarseggiare. «Da quando è ripreso il conflitto - afferma l' Organizzazione umanitaria milanese, Avsi -, duemila bambini e ragazzi della scuola St. Kizito, nella capitale Juba, non hanno più la possibilità di mangiare regolarmente ». Nella stessa situazione si trovano anche «600 famiglie sostenute a distanza in Eastern Equatoria e 100 studenti della scuola tecnica di Bahrgel, nella regione di Lakes», aggiunge l' agenzia Fides che ha ripreso l' appello della Ong.
Vaticano
El Vaticano firmó acuerdo de intercambio de información financiera con la banca italiana
Télam
La Autoridad de Información Financiera (AIF) del Vaticano firmó hoy un "acuerdo de información" con la Banca de Italia para "monitorear" la relación ente los respectivos entes y "favorecer la transparencia" de los dos sistemas financieros, similar al que la Santa Sede tiene con Argentina. (...)
Polonia
François, encore un pape numéro 2 pour beaucoup de Polonais
AFP - L'Obs
Une photo de François, suspendue à la sacristie de l'église Saint-Sauveur à Varsovie, est flanquée d'une autre plus grande, celle de Jean Paul II, rappelant qu'un autre pape, "le leur", reste particulièrement cher aux Polonais.En Pologne, quand on dit "le pape" tout court, on pense en premier lieu à Jean Paul II. (...) 
Francia
Francia, l’attentato a Rouen e la strategia di Papa Francesco contro la «Terza guerra mondiale a pezzi»
Corriere della Sera
(Gian Guido Vecchi) Rifiutare lo scontro di civiltà non significa chiudere gli occhi ma rifiutare di fare propria la visione del mondo dei fondamentalisti. E così stendere un cordone sanitario per evitare che il cancro si diffonda ancora di più nel mondo musulmano  -- I giovani rappresentano il presente e il futuro e Francesco non si stanca di ripetere loro di avere «coraggio», (...)
Turchia
Il fronte turco
La Repubblica
(Massimo Riva) Le reazioni europee alle ultime vicende turche mettono in luce uno stato di marasma perfino concettuale nella politica dell' Unione verso il regime di Ankara. Particolare sconcerto suscita il fatto che numerose cancellerie riparino i loro rapporti con il governo Erdogan dietro l' argomento della sua investitura democratica attraverso il voto popolare. Presa di posizione pericolosa oltre che sospetta. Pericolosa perché fondata su una nozione di democrazia alquanto sbrigativa e superficiale. Sospetta perché ricorda troppo una foglia di fico usata al fine di coprire l' imbelle acquiescenza con la quale dalle capitali europee si è seguito finora l' imbarbarimento liberticida della politica turca.
Africa
Messaggio finale: “nella proclamazione del Vangelo della famiglia dobbiamo essere testimoni di speranza”
Fides
"Un messaggio di speranza e di solidarietà per quanto riguarda il futuro delle nostre famiglie e comunità, alla Chiesa-Famiglia di Dio in Africa e Madagascar, e a tutti gli uomini e le donne di buona volontà” è stato rivolto dai partecipanti alla 17ma Assemblea Plenaria del SECAM/SCEAM (...)
Vaticano
Il cordoglio del Santo Padre per le vittime dell’attacco terroristico nella Chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray a Rouen (Francia)
Sala stampa della Santa Sede
Pubblichiamo di seguito il messaggio di cordoglio per le vittime dell’attacco terroristico avvenuto questa mattina nella Chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray a Rouen (Francia), inviato a nome del Santo Padre all’Arcivescovo di Rouen, S.E. Mons. Dominique Lebrun, dal Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin:
Messaggio del Cardinale Segretario di Stato
Son Excellence
Monseigneur Dominique Lebrun
Archevêque de Rouen ROUEN
Informé de la prise d’otages dans l’église de Saint-Étienne-du-Rouvray, qui a causé la mort d’un prêtre et où une personne a été grièvement blessée, Sa Sainteté le Pape François vous assure de sa proximité spirituelle et s’associe par la prière à la souffrance des familles, ainsi qu’à la douleur de la paroisse et du diocèse de Rouen. Il invoque Dieu, Père de miséricorde, afin qu’il accueille l’abbé Jacques Hamel dans la paix de sa lumière et apporte réconfort à la personne blessée. Le Saint-Père est particulièrement bouleversé par cet acte de violence qui s’est déroulé dans une église au cours d’une messe, action liturgique qui implore de Dieu sa paix pour le monde. Il demande au Seigneur d’inspirer à tous des pensées de réconciliation et de fraternité dans cette nouvelle épreuve et de répandre sur chacun l’abondance de ses Bénédictions.
Cardinal Pietro Parolin
Secrétaire d’État de Sa Sainteté
Vaticano
Il cordoglio del Santo Padre per le vittime della strage in un centro per disabili a Sagamihara (Giappone)
Sala Stampa della Santa Sede
Pubblichiamo di seguito il messaggio di cordoglio per le vittime della strage in un centro per disabili avvenuta nelle prime ore del mattino a Sagamihara a ovest di Tokyo (Giappone), inviato a nome del Santo Padre all’Arcivescovo di Tokyo, S.E. Mons. Peter Takeo Okada, dal Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin:
Messaggio del Cardinale Segretario di Stato
His Excellency Peter Takeo Okada
Archbishop of Tokyo
Saddened by the loss of life following the attack at the Tsukui Yamayurien facility for the disabled, His Holiness Pope Francis assures all affected by this tragedy of his closeness, and he sends condolences to the relatives of the deceased and the injured. Praying for healing during this difficult time, Pope Francis invokes upon the Japanese nation the divine blessings of reconciliation and peace.
Cardinal Pietro Parolin
Secretary of State
SIR
(Michela Nicolais) Un viaggio in anteprima nei luoghi della terza giornata di Papa Francesco in Polonia, che inizierà con un percorso silenzioso nella memoria, perché l'orrore di Auschwitz non si ripeta mai più. Sono già 300mila i giovani che visitano il Museo nei giorni della Gmg. A due passi dai campi di sterminio, un Centro di dialogo per ebrei, polacchi e tedeschi. A Hermeze le Missionarie dell'Immacolata-padre Kolbe ospitano giovani dalla Bolivia, dal Brasile e dall'Italia e "sponsorizzano" una mostra su Marian Kolodzej, numero 432 ad Auschwitz. A Birkenau Via Crucis silenziose in attesa della Via Crucis con il Papa
Gmg 2016: da Katowice a Campus Misericordiae per Papa Francesco in roller blade
Francia
Hollande: Deadly church attack in France carried out in name of ISIS
CNN
(Tim Hume) A deadly hostage-taking at a Catholic church in Normandy, in which a priest was killed and another person seriously wounded, was a terror attack committed in the name of ISIS, French President Francois Hollande has said. Speaking to journalists in the northern French town of Saint-Etienne-du-Rouvray, where two men took five people hostage during morning Mass Tuesday, (...)