mercoledì 28 settembre 2016

Siria
Aleppo: mons. Audo (Caritas Siria), “la parola del Papa è libera e priva di interessi politici e economici”
SIR
“Il Papa ha la libertà della parola, non ha interessi politici o economici. La sua è una parola libera e personale, priva di paura, che si eleva davanti alle violenze. Si indirizza alla coscienza delle persone e, a livello internazionale, sa bene cosa dice”. Così monsignor Antoine Audo, vescovo caldeo di Aleppo e presidente di Caritas Siria, commenta al Sir le parole di Papa Francesco (...)
L'Osservatore Romano
Henri de Lubac
(Jacques Servais) Fin dall’inizio del suo generalato, Pedro Arrupe diede alla Compagnia di Gesù un impulso determinante. Egli resta presente nella memoria e nel cuore di molti. Lo stesso Papa Francesco, in occasione della sua prima messa nella Chiesa del Gesù, alla fine della celebrazione volle raccogliersi in silenzio sulla sua tomba. Alla morte del suo predecessore, Jean-Baptiste Janssens, nel 1965, la cristianità si identificava ancora fortemente con l’ordine occidentale. Quanto alla Compagnia, in larga misura essa continuava a vivere di punti di riferimento che, dal 1923, le avevano dato la sua coerenza e la sua forza.
Messico
Migliaia di haitiani alla frontiera con gli USA: necessario maggior sostegno del governo messicano
Fides
In questo anno 2016 sono 7.800 gli haitiani arrivati in Messico dal Guatemala nel loro tentativo di raggiungere gli Stati Uniti, come informano le autorità messicane dell'immigrazione. L'Istituto Nazionale della Migrazione (INM) afferma che 1.701 persone provengono da paesi africani e 3.753 da paesi asiatici, secondo il timbro d'ingresso al Centro di immigrazione della città di Tapachula, al confine con il Guatemala. (...)
Sudafrica
“Sussidi statali per permettere ai più poveri l’istruzione superiore” chiesti dai Vescovi
Fides
“Auspichiamo un piano realistico per rendere possibile alle famiglie povere e della classe operaia di avere accesso all’istruzione superiore dopo il 2017” affermano i Vescovi del Sudafrica, dopo che il Ministro dell’educazione BE Nzimande ha annunciato un aumento delle tasse universitarie e dei college non superiore (...)
Radio Vaticana
Papa Francesco partirà venerdì prossimo per il suo 16.mo viaggio internazionale che lo porterà in Georgia e Azerbaigian, nel Caucaso. Sulla tappa in Georgia ascoltiamo padre Antonio Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica, che seguirà il Papa nella sua nuova missione. L'intervista è di Gabriella Ceraso: R. – Sarà un viaggio importante perché completerà di fatto il viaggio nel Caucaso che è una ferita aperta, cioè un luogo di enorme ricchezza soprattutto per quanto riguarda il cristianesimo, ma anche un luogo che ha vissuto e vive tuttora grandi conflittualità, dovute ad interessi di ordine economico e di ordine politico (...)
Aci prensa
El Papa Francisco dedicó la catequesis del miércoles a la crucifixión de Jesús y la salvación que ha donado a todos los hombres con su muerte y resurrección. “En la cruz, el último acto confirma la realización de este diseño salvífico. Desde el inicio y hasta el final Él se ha revelado Misericordia, se ha revelado la encarnación definitiva e irrepetible del amor del Padre. Jesús es de verdad el rosto de la misericordia del Padre”, explicó el Pontífice. A continuación, el texto completo de la catequesis del Papa: (...)
The Economist
An unlikely candidate is leading in the race to run Indonesia’s capital. Many  pundits have predicted that the race to become the next governor of Jakarta will be an especially nasty one, fraught with racial and religious discord. It began harmoniously enough on September 24th, the day after the deadline to register as a candidate, with all three contenders and their running mates smiling and laughing as they posed together for a photo. (...)
Colombia
Una nuova vita per i bambini soldato liberati dalle FARC
Fides
Come parte dell’accordo che ha messo fine a 52 anni di guerra civile in Colombia (vedi Fides 27/9/2016), le FARC hanno liberato 13 bambini soldato che erano arruolati tra le loro fila, consegnandoli al Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR). In un comunicato pervenuto a Fides, il CICR ha dichiarato che i minori si trovano in buone condizioni di salute e che sarebbero stati portati in alloggi temporanei sotto la supervisione del Fondo per l’Infanzia delle Nazioni Unite. L’identità dei 13 minori non è stata resa nota per proteggerli. (...)
Ungheria
Lager Ungheria
Riforma.it
(Federica Tourn) Violenze, detenzioni arbitrarie, respingimenti illegali: il paese di Viktor Orbán si prepara al referendum “anti-immigrati” del 2 ottobre -- Calci, percosse, vessazioni di ogni genere e detenzione illegali: questo il trattamento riservato ai rifugiati in Ungheria, come denuncia il rapporto "Speranze abbandonate: l'attacco dell'Ungheria ai diritti dei rifugiati e dei migranti" appena diffuso da Amnesty International. (...) 
Vatican Insider
(Iacopo Scaramuzzi) Appello per Aleppo: i responsabili dei bombardamenti dovranno dare conto davanti a Dio. E saluta i fedeli delle zone colpite dal terremoto dove si recherà dopo il viaggio in Georgia e Azerbaijan. La Chiesa «non è soltanto per i buoni o per quelli che sembrano buoni o si credono buoni, la Chiesa è per tutti, e anche preferibilmente per i cattivi, perché la Chiesa è misericordia»: così il Papa nel corso dell’udienza generale, incentrata sulla figura del buon ladrone che, affidandosi a Gesù, (...)
Georgia
(11/16) Papa Francesco nel Caucaso.La bandiera delle cinque croci, l'orgoglio della Georgia
(a cura redazione "Il sismografo")
(Francesco Gagliano - ©copyright) La storia della bandiera della Georgia affonda le sue radici già nel Basso Medioevo, quando venne descritta per la prima volta in un documento di uno anonimo geografo, il Libro del Conoscimiento de todos los Reinos ("Libro della conoscenza di tutti i regni"), del XIV secolo. La bandiera riporta al centro la croce di San Giorgio, santo protettore dai cui deriverebbe lo stesso nome della nazione, rossa sul campo bianco; nei quadranti sono rappresentate altre quattro croci più piccole, sempre rosse
Europa
Riscoprire il dono dell’ospitalità. Incontro dei vescovi e delegati responsabili per la pastorale dei migranti delle Conferenze episcopali in Europa
CCEE
[Text: Italiano, English, Español, Français] 
Madrid, Spagna, 26-27 settembre 2016
Se la gente conosce sempre più il dramma di migliaia di migranti che ogni giorno tentano la sorte nel giungere sul territorio europeo attraversando il Mediterraneo su gommoni fatiscenti e il deserto in lunghe marcie della morte, meno note sono invece le storie di generosità, condivisione e di genuina accoglienza che accompagna il fenomeno migratorio degli ultimi tempi. Dopo l’urgenza dell’accoglienza, la Chiesa cattolica è in prima linea nell’emergenza legata all’integrazione di migliaia di migranti. A Madrid, i vescovi e delegati responsabili per la pastorale dei migranti in Europa si sono confrontati sui ‘modelli’ d’integrazione, le buone pratiche e le sfide poste alla società europea.

Vaticano
Papa in Georgia e Azerbaijan: il Ctv intervista il cardinale Parolin
SIR
“Le terre di confine sono terre di particolare ricchezza e vivacità, ma allo stesso tempo soffrono di particolari tensioni, di lacerazioni. E allora la parola del Papa potrà essere davvero una parola che invita a fare quello che lui dice spesso: fare delle differenze non motivo di conflitto ma di arricchimento reciproco”. (...)
Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Rinuncie nomina
*** L'Udienza generale di Papa Francesco
- "Gesù è davvero il volto della misericordia del Padre"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Le parole che Gesù pronuncia durante la sua Passione trovano il loro culmine nel perdono, Gesù perdona: «Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno» (Lc 23,34). Non sono soltanto parole, perché diventano un atto concreto nel perdono offerto al “buon ladrone”. San Luca racconta di due malfattori crocifissi con Gesù, i quali si rivolgono a Lui con atteggiamenti opposti.
Il primo lo insulta, come lo insultava tutta la gente lì, come fanno i capi del popolo, ma spinto dalla disperazione: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!» (Lc 23,39). Questo grido testimonia l’angoscia dell’uomo di fronte al mistero della morte e la tragica consapevolezza che solo Dio può essere la risposta liberatrice: perciò è impensabile che il Messia, l’inviato di Dio, possa stare sulla croce senza far nulla per salvarsi. Non capivano il mistero del sacrificio di Gesù. E invece Gesù ci ha salvati rimanendo sulla croce. E tutti noi sappiamo che non è facile rimanere sulla croce, sulle nostre piccole croci di ogni giorno, Lui su questa grande croce e sofferenza è rimasto, lì ci ha salvato, ha mostrato la sua grande onnipotenza e ci ha perdonato.
Italia
Sisma, D’Ercole: “Il Papa verrà in forma privata”
Vatican Insider
«Il Pontefice ha promesso di venirci a trovare in una data che egli stesso stabilirà ma in forma strettamente privata, per testimoniare la sua vicinanza alle persone nei luoghi colpiti dal sisma. Il Santo Padre non è venuto prima per non `intralciare´ gli interventi di prima emergenza». Così il vescovo di Ascoli Piceno monsignor Giovanni D’Ercole in una nota, dopo l’udienza di oggi in piazza San Pietro dove il papa ha confermato ai sindaci di Ascoli Piceno e Arquata del Tronto che andrà in visita nelle zone terremotate. (...)
Agência Ecclesia
O Papa Francisco lançou hoje um apelo à proteção da população civil na cidade síria de Alepo, palco de confrontos entre as forças governamentais e movimentos rebeldes, e apontou o dedo aos responsáveis pelos bombardeamentos. “Apelo à consciência dos responsáveis pelos bombardeamentos, que terão de prestar contas diante de Deus”, disse, no Vaticano, perante milhares de pessoas reunidas na Praça de São Pedro para a audiência pública semanal. (...)
(Luis Badilla - ©copyright) Poco fa, i partiti dell'opposizione al governo del Presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, hanno consegnato formalmente e ufficialmente al Nunzio apostolico, mons. Aldo Giordano, la richiesta del loro raggruppamento - "Mesa de la Unidad Democrática" (MUD) - nella quale chiedono al Santo Padre una partecipazione vaticana tra i "facilitadores" del dialogo che si dovrebbe avviare fra le parti sotto la guida di UNASUR, Unione delle Nazioni sudamericane, e che da tempo conduce l'ex Premier spagnolo José Luis Rodríguez Zapatero.
Europa
“Le stragi in mare? Dimenticate perché interpellano l’Europa”

Vatican Insider
(Francesco Peloso) Monsignor Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes della Cei, spiega come il diritto d’asilo sia diventato un diritto negato. Ma nel 2016 i flussi di migranti sono in calo, mancano però politiche di accoglienza diffusa. I muri? «Una soluzione ingenua e sbagliata». Monsignor Giancarlo Perego, l’ultimo bilancio del naufragio di un barcone carico di profughi al largo delle coste egiziane, parla di 178 morti su circa 600 persone a bordo. Una strage passata quasi sotto silenzio. (...)
Israele
Morte Shimon Peres: mons. Pizzaballa (Patriarcato Latino), “non smettere di sognare la pace è la sua eredità”
SIR
“È morto a 93 anni ma è morto giovane per la sua mai sopita capacità di sognare, che è ancora possibile fare qualcosa. Al suo popolo lascia questa esortazione: non smettere di pensare e sognare che la pace è possibile”. È questa, secondo monsignor Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, (...)
Terra
El papa Francisco dedicó hoy un "pensamiento especial" a México, ante "los sufrimientos de este pueblo", durante la audiencia general que celebró en la plaza de San Pedro. Durante el saludo en español, Francisco explicó que no podía dejar de dedicar un "pensamiento especial" a México y pidió a los fieles mexicanos presentes cantar la canción dedicada a la Virgen de Guadalupe, patrona del país, que había escuchado a su llegada a la plaza. "Os he oído cantar a la Guadalupana al inicio pidiendo por los sufrimientos del pueblo mexicano. ¿Podéis cantar otra vez?", preguntó Francisco, y un coro de sacerdotes y fieles mexicanos comenzaron a cantar el himno a la virgen.  (...)
Vatican Insider
(Edoardo Caprino) Viaggi in treno che durano come negli anni Cinquanta, costo del carburante per gli aerei quattro volte più caro all'aeroporto di Tarbes rispetto agli altri scali europei, crescita del turismo mordi e fuggi: reportage dal grande santuario mariano dove continuano ad avvenire guarigioni inspiegabili. Charlie non piange più. Ora balla felice con tre graziose ragazze vestite da suorina. In quale film siamo? A Lourdes precisamente nel refettorio di un Accueil che accoglie i malati. Un telefonino che riproduce la musica, un sorriso, (...)
informador.com.mx
El papa Francisco expresó hoy su dolor y preocupación por la situación de los civiles en la ciudad siria de Alepo y afirmó que "los responsables de los bombardeos tendrán que rendir cuentas ante Dios". "Hago un llamamiento a la conciencia de los responsables de los bombardeos, que tendrán que rendir cuentas ante Dios", dijo improvisando al terminar la catequesis de la Audiencia General celebrada en la Plaza de San Pedro. Francisco recordó también a la comunidad internacional que tiene la obligación de ayudar (...)
(fr)  Pape François/Syrie: "ils devront rendre compte devant Dieu" (Le Figaro)
Venezuela
Venezuela: l’unità è superiore al conflitto. Mons. Giordano: nelle parole del Papa una speranza per il futuro
SIR
(Sarah Numico) Il nunzio apostolico a Caracas traccia la situazione nel Paese segnato dalla recessione e diviso tra due principali fazioni politiche. Francesco, amato dal popolo e rispettato sia dalle istituzioni governative sia dalle forze di opposizione, "incoraggia sempre a tentare di aprire una porta, pur consapevole dei limiti e dei rischi, piuttosto che stare nell’immobilismo cronico della violenza" (...)
Mali
La Corte penale internazionale infligge nove anni di carcere ad Ahmad Al Faqi Al Mahdi. Prima condanna per le devastazioni a Timbuctu
L'Osservatore Romano
Con una sentenza storica la Corte penale internazionale (Cpi) ha condannato a nove anni di reclusione Ahmad Al Faqi Al Mahdi, noto come Abu Tourab, sotto processo per la distruzione nell’estate del 2012 dei preziosi tesori culturali di Timbuctu, la città del Mali patrimonio mondiale dell’Unesco, soprannominata «la città dei 333 santi», sepolti, tra cimiteri, mausolei o semplici tombe.
Nicaragua
“Nica Act”: per il Card. Brenes “saranno i più poveri a pagare”
Fides
All'inizio della settimana scorsa, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato una proposta di legge, il “Nicaraguan investment conditionality act”, ribattezzato “Nica Act”, che prevede sanzioni contro il Governo di Daniel Ortega. Questa disposizione avrà come prima conseguenza l'impedimento al Nicaragua di accedere a fondi internazionali. Il governo del Nicaragua, in una nota stampa, ha respinto il "Nica Act", definendolo una grave violazione del Diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite. (...)
caffestoria.it
(Simone M. Varisco) Sono le k’alebi, le donne, la vera anima della Georgia. Le dedebi, le madri instancabili che sostengono la famiglia e piangono di nascosto. E le beboebi, le nonne, nella loro malinconica dignità, che accompagnano le note del panduri nelle canzoni popolari. È sempre stato così in Georgia, come in buona parte dell’Europa, dell’Asia e, in fondo, del mondo intero. Anche nella fede. A poco più di un centinaio di chilometri ad est di Tbilisi, non distante dal confine con l’Azerbaigian, si trova uno dei simboli religiosi più importanti della Georgia, il Monastero di Santa Nino di Bodbe. Insieme alle reliquie della santa, custodisce una delle storie più affascinanti della Cristianità d’Oriente. Un misto di evangelizzazione e Divina Commedia, tutta al femminile. (...)
Italia
Una riforma a partire dal Vangelo. Rivoluzione della misericordia
L'Osservatore Romano
Teologi e canonisti. Dal 28 settembre al 2 ottobre 2015 si è tenuto alla «Civiltà Cattolica» un seminario con trenta teologi, storici e canonisti di tredici Paesi i cui atti sono usciti nel libro La riforma e le riforme nella Chiesa (Brescia, Queriniana, 2016, pagine 615, euro 53). Pubblichiamo la parte conclusiva della prefazione dei curatori. 
(Antonio Spadaro, Carlos María Galli) Molte riforme della Chiesa si sono ispirate a un ritorno alla povertà evangelica e a un rinnovato impegno a favore dei poveri. I movimenti riformisti nel XIII, XVI, XIX e XX secolo sono stati segnati dalla comunione con Cristo povero, dalla conversione alla parola di Dio e alla sua predicazione, da una vita comunitaria solidale, dal radicamento nelle nuove periferie urbane, dall’identificazione con gli esclusi, ossia con i fratelli «più piccoli» di Gesù (Matteo, 25, 40), e da nuove forme istituzionali per realizzare le opere di misericordia.
El Nacional
El proceso de diálogo cuenta con el respaldo de la comunidad internacional que lo ha planteado como salida a la compleja crisis que afronta Venezuela donde hay una desbordada inflación de tres dígitos y severos problemas de escasez de alimentos, medicinas y otros productos. Una incorporación del Vaticano como facilitador del proceso de diálogo entre el gobierno y la oposición venezolana abre una posibilidad para que las conversaciones puedan concretarse, afirmó el martes el gobernador del estado Miranda Henrique Capriles. (...)
Religión digital
(Cameron Doody) "Merece este agradecimiento porque llama a la Iglesia a reconocer los dones de las mujeres". Que las mujeres sean ordenadas diáconas y incluidas en puestos de más responsabilidad dentro de la Iglesia católica. El arzobispo de Gatineau, en Quebec, Paul-André Durocher, acaba de recibir un premio de un grupo católico estadounidense por este planteamiento que defendió en el Sínodo extraordinario sobre la Familia en 2015. (...)
Azerbaigian
Nel piccolo gregge azero
L'Osservatore Romano
(Vladimir Fekete, Prefetto apostolico di Azerbaigian ) La Chiesa cattolica in Azerbaigian sta aspettando con grande gioia la visita di Papa Francesco. Dopo l’Armenia e la Georgia, l’Azerbaigian è il terzo Paese del territorio del Caucaso che ha questa opportunità di riceverlo. Con i nostri confinanti abbiamo una storia molto simile. La differenza maggiore si trova nel fatto che l’Azerbaigian — nonostante la tradizione cristiana sia presente già dal tempo degli apostoli e dei loro discepoli — è un Paese con maggioranza assoluta di musulmani. Due terzi sono sciiti e un terzo sunniti. La comunità cristiana più numerosa è invece la Chiesa ortodossa russa. Per motivi storici e culturali l’islam in Azerbaigian è molto moderato.
Vaticano
Intervista al cardinale Beniamino Stella postulatore della causa di Albino Luciani. Umiltà e servizio
L'Osservatore Romano
(Nicola Gori) Il 28 settembre 1978 moriva Giovanni Paolo I. Erano trascorsi appena trentatré giorni dalla sua elezione a successore di Pietro. Un pontificato breve, che però ha lasciato tracce importanti, passando alla storia per alcune caratteristiche che lo rendono ancora vivo: l’abbandono del plurale maiestatico, una rinnovata missionarietà e collegialità episcopale, la ricerca del dialogo con il mondo contemporaneo e dell’unità tra i cristiani. Ne parla, in questa intervista all’Osservatore Romano, il cardinale Beniamino Stella, prefetto della Congregazione per il clero, da poco nominato postulatore della causa di canonizzazione del servo di Dio.
Georgia
Il medico il polso e le periferie
L'Osservatore Romano
(Giuseppe Pasotto, Vescovo titolare di Musti, amministratore apostolico del Caucaso dei latini) «Ma perché, con tanti luoghi più importanti che ci sono, il Papa viene proprio in Georgia?». Questa è stata la domanda che mi sono sentito rivolgere più volte da quando è stato annunciata la visita del Pontefice. Anche noi in Georgia, una volta preparato l’invito alla visita e averlo inviato in Vaticano assieme a quello del presidente della Repubblica e del patriarca ortodosso, ci chiedevamo se potesse venire accolto così in fretta: in fondo Giovanni Paolo II era stato qui, in visita, solo sedici anni prima!
Cina
Sacerdoti e fedeli in Cina criticano i nuovi Regolamenti sulle attività religiose
AsiaNews
(Bernardo Cervellera) Il 7 ottobre i Regolamenti verranno messi in atto. Le critiche mostrano la contraddizione fra l’enfasi della Costituzione, che afferma esserci in Cina la libertà religiosa e i Regolamenti che sono una serie di limiti posti alla sua espressione. L’opera del Consiglio di Stato sulle religioni è “illegale”. (...)
Vaticano
Cordoglio del Pontefice per la morte di Shimon Peres. Eredità di pace (testo in italiano)
L'Osservatore Romano
L’ex presidente israeliano Shimon Peres, principale artefice degli accordi di Oslo e premio Nobel per la pace, è morto nella notte tra martedì 27 e mercoledì 28 settembre all’ospedale Sheba di Tel Aviv. Aveva 93 anni ed era ricoverato da circa dieci giorni in seguito a un’ischemia cerebrale. Appresa la notizia il Papa ha inviato al capo dello stato d’Israele, Reuven Rivlin, il telegramma di cordoglio che pubblichiamo in una nostra traduzione dall’inglese.
Vaticano
Francis’s Plans for Church Reform (Part I)
Commonweal
(Massimo Faggioli) From the pontificate of Benedict XVI, through the conclave, and well into the papacy of Francis, Curial reform and Church governance were the subjects of much discussion. Then 2015 passed without a hoped-for new document to replace John Paul’s apostolic constitution of 1988, Pastor Bonus. (...)
El Universal
Clima generalizado de violencia ha afectado a los sacerdotes, aseguran expertos; Coppola hallará un gobierno débil, crisis económica muy fuerte y fragilidades. El nuncio apostólico Franco Coppola llegará a un país convulso donde el gobierno federal se encuentra devaluado, con un clima generalizado de violencia que ha afectado a los sacerdotes y religiosos, y donde la Iglesia católica está descabezada, coincidieron especialistas. Para Bernardo Barranco, analista (...)
Libano
Il patriarcato maronita "favorevole all’elezione di Aoun alla presidenza del Libano"
AsiaNews
Il vicario generale approva la scelta del leader del Movimento patriottico libero per mettere fine alla vacanza della prima carica dello Stato. Secondo mons. Sayyah egli “gode del sostegno della maggioranza dei cristiani”. L’elezione del presidente favorirà un accordo anche sulla nuova legge elettorale. Ma resta aperta l’ipotesi Franjieh.  (...)
Vaticano
Nuovo tweet del Papa: "Che bello sarebbe lasciare il mondo migliore di come l’abbiamo trovato!" (28 settembre 2016)
Twitter

Spagnolo
Inglese
Italiano 
Portoghese
Polacco
Latino
Francese 
Tedesco
Arabo
Italia
The Jesuits are about to choose the 31st successor of St. Ignatius
Rome Reports
On Sunday October 2, more than 200 jesuits will convene in Rome to choose a new Superior General, although that is not their only task. 
FR. ORLANDO TORRES, SJ Rector of Collegio Internazionale del Gesù "The General Congregation has two fundamental tasks. The first is to choose a new Superior General, the second is to tackle important issues about the life and mission of the Society of Jesus within the Church and today's world.”, (...)
Sala stampa della Santa Sede
Pubblichiamo di seguito il testo del messaggio di cordoglio che Papa Francesco ha inviato al Presidente dello Stato di Israele per la morte dell’ex Presidente Shimon Peres:
Telegramma del Santo Padre
His Excellency Reuven Rivlin President of the State of Israel
I was deeply saddened to learn of the death of His Excellency Shimon Peres, and I wish to convey to you and to all the people of Israel my heartfelt condolences. I fondly recall my time with Mr Peres at the Vatican and renew my great appreciation for the late President's tireless efforts in favour of peace. As the State of Israel mourns Mr Peres, I hope that his memory and many years of service will inspire us all to work with ever greater urgency for peace and reconciliation between peoples. In this way, his legacy will truly be honoured and the common good for which he so diligently laboured will find new expressions, as humanity strives to advance on the path towards enduring peace. With the assurance of my prayers for all who grieve, especially for the Peres family, I invoke the divine blessings of consolation and strength upon the nation.
FRANCISCUS PP.
Iraq
Radio Vaticana
Il Parlamento iracheno ha votato ieri, una mozione per chiudere le porte a ogni ipotesi di modifica dei confini e dello status giuridico della Provincia settentrionale di Ninive. La mozione, presentata dal parlamentare sunnita Ahmed Jarba, ha ottenuto ampio favore da parte dell'Assemblea parlamentare, raccogliendo l'appoggio delle forze sciite e di molti parlamentari sunniti. Il popolo iracheno - ha dichiarato Jarba dopo il voto - respinge ogni ipotesi preventiva di ripartizione e riconfigurazione giuridica della Piana di Ninive. (...)
Agência Ecclesia
A Biblioteca do Vaticano recebeu esta segunda-feira à tarde responsáveis das Agências Espaciais de todo o mundo, dos Centros de Observação Terrestre e da NASA, para um encontro sobre “conservação digital” das coleções manuscritas. A Rádio Vaticano informa que o debate se centrou sobre a escolha da técnica a ser usada, a longo prazo, para a conservação digital em formato F.I.T.S (Flexible Image Transport System). (...)
es.gaudiumpress.org
La devoción a Nuestra Señora Desatadora de Nudos no es considerada una de las más antiguas en el mundo. Con todo, su historia se podrá tornar aún más conocida por muchos a través del libro "Desatadora - la Virgen que el Papa Francisco convirtió en fenómeno de fe". De autoría del periodista Eduardo Mattos, la obra cuenta cómo una antigua Imagen de la Virgen María, que decora la pared de una iglesia de Alemania, fue transformada en una de las más conocidas representaciones de la Madre de Dios por Jorge Mario Bergoglio, que cerca de 30 años después sería electo como Papa Francisco. (...)
Nuestra Señora Desatadora de Nudos (breve historia)
Israele
Il Vescovo Shomali: “Peres uomo di pace. In Israele c'è bisogno di uomini come lui”
Fides
Abbiamo perso un grande uomo. Uomo del dialogo inter-religioso e inter-culturale. Un uomo di pace. Preghiamo perchè in Israele sorgano uomini come lui, perchè abbiamo tanto bisogno di uomini così, in questi tempi”. Così il Vescovo William Shomali, Vicario patriarcale per Gerusalemme e la Palestina del Patriarcato latino di Gerusalemme, commenta per l'Agenzia Fides la scomparsa dell'ex Presidente israeliano Shimon Peres, spentosi oggi, 28 settembre, all'età di 93 anni. Qualche giorno fa l'anziano leader era stato ricoverato presso l'ospedale Sheba di Tel Aviv in seguito a un'ischemia cerebrale. (...)
Giordania
Omicidio Hattar: l'Amministratore apostolico Pizzaballa porterà le condoglianze alla famiglia dello scrittore ucciso
Fides
La prima visita ufficiale nel Regno Hascemita dell'Arcivescovo Pierbattista Pizzaballa OFM, nuovo Amministratore apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme, avverrà in forma sobria, mantenendo i riti religiosi programmati ma eliminando tutti i momenti celebrativi e di festa, tenendo conto delle “difficoltà che sta atraversando la Giordania” (...) 
Vaticano
Per il papa il dialogo è una bussola per il futuro
Internazionale
(Francesco Peloso) “È vero, all’odio non si può reagire con l’odio perché altrimenti non si finisce più. Purtroppo siamo in un mondo così maledettamente pieno di odio che è difficile venirne fuori. Però se ognuno di noi facesse un piccolo passo verso gli altri, forse riusciremmo a migliorare un po’ le cose”. Pronunciando queste parole Roberta Cappelli, una delle sopravvissute all’attentato di Nizza del 14 luglio scorso, che nella cittadina francese ha perso i suoceri, Angelo D’Agostino e Gianna Muset, sembra pensarla come il papa. (...)
Sud Sudan
South Sudan top religious leader says carelessness caused war
Radio Tamazuj
A top Roman Catholic bishop in South Sudan has decried the cause of war in the country, asserting that carelessness brings curse and suffering to the people. Santo Laku, auxiliary bishop of the Roman Catholic archdiocese of Juba told Christians during a homily after nearly a month of being out of church service that it was time for the leaders to stop spreading lies that there is peace in the country and that people are not suffering.(...)
Vaticano
Pope explains extent of Jesus' forgiveness to the "good" thief at General Audience 
Rome Reports
During the General Audience, the pope recalled the two thieves who were crucified with Jesus, who "turned to him with opposite attitudes." "For the bad thief, however, it is inconceivable that the Messiah would remain on the Cross and not save himself. But it is PRECISELY by remaining on the Cross that Jesus offers salvation to every person regardless of their situation," he said. "The good thief helps us to understand how we should approach God: with awe and not fear, with respect for God’s power and infinite goodness,” the pope continued. "When we approach him in this way, we entrust ourselves to his mercy, even in the darkest of moments.” (...) 
(es) El Papa explica en la audiencia general el alcance del perdón de Jesús al “buen” ladrón 
Georgia
Francis' Caucasus tour a chance to bridge the gap between east and west
The Tablet
(Christopher Lamb) The Pope’s three-day visit to Georgia and Azerbaijan this weekend marks the latest papal initiative to foster dialogue and understanding in the world’s troubled regions. With just under 300 Catholics, a Muslim population of more than 90 per cent and a president accused of appalling human rights abuses, Azerbaijan is not an obvious location for a papal visit. (...)
Francia
Les dominicaines de Lourdes devront partir
Le Matin
La crise des vocations bat son plein. N'ayant pu se mettre d’accord pour élire une nouvelle prieure, la communauté des sœurs dominicaines a été dissoute. Levée de boucliers. Le lieu, idéalement situé sur une colline dominant la grotte, entre les montagnes verdoyantes des Hautes-Pyrénées, est bien connu des fidèles: des moniales s'y sont installées dès 1889, moins de 30 ans après la reconnaissance des apparitions par l’Église. (...)