venerdì 17 giugno 2016

Sala stampa della Santa Sede
Mi è stata posta una domanda a proposito della conversazione del Papa al Convegno della Diocesi di Roma.
Dopo la Terza domanda, il Papa, nella risposta data “a braccio” sulla “cultura del provvisorio”, ha detto oralmente: “per questo una grande maggioranza dei nostri matrimoni sacramentali sono nulli” (così appare dalla registrazione), mentre il testo pubblicato dalla Sala Stampa oggi riporta: “una parte dei nostri matrimoni sacramentali sono nulli”. Perché questo cambiamento? E’ una manipolazione del pensiero del Papa?
La risposta è che, quando il Papa parla “a braccio” spontaneamente, il testo trascritto è sempre oggetto di una revisione da parte di chi è responsabile per la cura dei testi del Papa, per rivederne la lingua o eventuali inesattezze o punti particolari che sia giusto precisare. Quando si toccano argomenti di un certo rilievo il testo rivisto viene sempre sottomesso al Papa stesso.
Questo è ciò che è avvenuto in questo caso, quindi il testo pubblicato è stato approvato espressamente dal Papa.