martedì 12 dicembre 2017

Vaticano
Martedì 12 dicembre: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Celebrazioni Liturgiche del Tempo di Natale 2017-2018 presiedute dal Santo Padre Francesco
Nota
*** Nel venticinquesimo anniversario della fondazione Populorum progressio
Per gli emarginati della società latinoamericana. Messaggio di Papa Francesco. Sono 4400 i progetti realizzati in America latina e nei Caraibi per «migliorare le condizioni dei popoli autoctoni, meticci e afroamericani» grazie al sostegno della fondazione Populorum progressio. Lo sottolinea il Papa nel messaggio inviato ai partecipanti alla conferenza che si è aperta a Roma martedì mattina, 12 dicembre, nel XXV anniversario dell’istituzione.
Al Signor Cardinale Peter K. A. Turkson Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e Presidente della Fondazione Populorum Progressio
L'Osservatore Romano

*** Santa Messa in occasione della Festa Liturgica della Beata Vergine Maria di Guadalupe. Omelia di Papa Francesco
[Text: Español]
Alle ore 18 di oggi, lunedì della III settimana di Avvento, nella Basilica Vaticana, il Santo Padre Francesco ha presieduto la Celebrazione Eucaristica in occasione della Festa liturgica della Beata Vergine Maria di Guadalupe. Pubblichiamo di seguito l’omelia che il Papa ha pronunciato nel corso della Santa Messa:

Omelia del Santo Padre
El Evangelio que acaba de ser proclamado es el prefacio de dos grandes cánticos: el cántico de María conocido como el «Magníficat» y el cántico de Zacarías, el «Benedictus», y me gusta llamarlo «el cántico de Isabel o de la fecundidad». Miles de cristianos a lo largo y ancho de todo el mundo comienzan el día cantando: «Bendito sea el Señor» y terminan la jornada «proclamando su grandeza porque ha mirado con bondad la pequeñez de los suyos». De esta forma, los creyentes de diversos pueblos, día a día, buscan hacer memoria; recordar que de generación en generación la misericordia de Dios se extiende sobre todo el pueblo como lo había prometido a nuestros padres. Y en este contexto de memoria agradecida brota el canto de Isabel en forma de pregunta: «¿Quién soy yo para que la madre de mi Señor venga a visitarme?». A Isabel, la mujer marcada por el signo de la esterilidad, la encontramos cantando bajo el signo de la fecundidad y del asombro.
Quisiera subrayar estos dos aspectos. Isabel, la mujer bajo el signo de la esterilidad y bajo el signo de la fecundidad.
(Testo)
Tweet
-  "Grazie a tutti voi che seguite @Pontifex che oggi compie cinque anni. Le reti sociali siano luoghi ricchi di umanità!"