domenica 14 gennaio 2018

caffestoria.it
(Simone M. Varisco) Cile, meta complessa per i Papi. Se Francesco è preceduto dalle chiese incendiate, Giovanni Paolo II dovette affrontare l’inaspettata opposizione dei giovani e i lacrimogeni durante la Messa al Parco O’Higgins. *** I preoccupanti eventi che stanno precedendo il viaggio apostolico di Francesco in Cile – le manifestazioni di opposizione, la dichiarata indifferenza di una parte della popolazione, la divulgazione di una lista di presunti sacerdoti pedofili e soprattutto l’incendio di diversi luoghi di culto cristiani – rendono il Paese una meta pastorale complessa. Un «viaggio non semplice», (...)